Si è tenuto anche quest'anno il raduno degli Alpini al monte Soglio giunto alla sua edizione numero 39. Presenti le Penne Nere della IX Zona, ma non solo. L’iniziativa è stata organizzata dai Gruppi Alpini di Forno Canavese, Levone, Rivara, Corio, Rocca e Sparone. Si tratta di una tradizione nata nel luglio 1980 quando alcuni gruppi alpini della zona hanno trasportato e posizionato al Monte Soglio la statua della Madonna. Il legame con la religione è sempre stato forte tra tutte le truppe italiane che hanno sempre un gran numero di Santi patroni: per gli Alpini, San Maurizio martire. Ma allora la Vergine Madonna come è riuscita a suscitare una particolare devozione?

La Madonna è la Mater Dolorosa nella quale gli Alpini, ma ogni soldato in genere, hanno da sempre visto al fronte della Grande Guerra la loro madre, la mamma di tutte di tutte le penne mozze china sul corpo dei propri figli. Leggendo diversi libri su testimonianze della Grande Guerra, si trova questo accostamento “Madonna – Mamma”. E’ l’urlo di disperazione o di rabbia che grida il soldato lanciandosi fuori dalle trincee ma è anche lo straziante lamento del ferito nella terra di nessuno che non può essere soccorso e che la morte tarda a liberare dai tormenti, è la preghiera dell’ammalato in delirio.

Ma è anche la mamma che raccomanda al figlio soldato prima di parte per il fronte prudenza e devozione mentre gli consegna la medaglietta della Madonna della Vittoria o l’immaginetta della Madonna del Soldato. Così un po’ per fede e un po’ per quell’accostamento Madonna-Mamma durante la  Grande Guerra, è nata la devozione degli alpini a Nostra Signora della Neve.

Ringrazio per l’annuale impegno i gruppi della IX Zona di Torino di Forno, Levone, Rivara, Corio, Rocca, Bosconero, Favria, Labaro di Torino e quello di Ivrea di Sparone che con la loro presenza a questa ricorrenza hanno portato la testimonianza ancora una volta dei valori Alpini, non solo fatta di altruismo e solidarietà ma di devozione semplice e schietta che accomuna  nella nostra umanità, la fede semplice e genuina, le risate che ci aiutano ed il senso di appartenenza alla nostra Alpinità nell’umana società, grazie a tutti, siete stati fantastici. Grazie al Capogruppo di Favria e al segretario Sergio per avermi fornito le foto. W Gli Alpini! (Giorgio Cortese)

Galleria fotografica

Articoli correlati