Commosso addio, martedì pomeriggio nella chiesa parrocchiale di Ozegna, alla nonnina Olga Savoia Serravalle. Nonnina un po' di tutto il paese, visti i suoi 107 anni appena raggiunti. Olga è mancata domenica scorsa. Era diventata un'istituzione per il paese, in virtù della sua vita trascorsa a stretto contatto con la comunità. Proprio il Comune di Ozegna aveva omaggiato la nonnina di una pergamena non più tardi di due settimane fa, per festeggiare l'importante traguardo raggiunto.

Nonna Olga, nata in Francia ma originaria del Canavese, iniziò a lavorare ad appena undici anni nel lanificio di Castellamonte. Insieme alla famiglia abitò fino agli anni settanta in frazione Sant'Antonino prima del trasferimento a Ozegna. Una volta in pensione si è sempre occupata di un piccolo appezzamento di terreno. Una vita di lavoro, insomma, che evidentemente l'ha temprata. Ha trascorso gli ultimi anni sempre circondata dall'affetto dei propri famigliari e dell'intero paese. Con i suoi 107 anni era una delle persone più longeve di tutto il Canavese.

Galleria fotografica

Articoli correlati