Finalmente cominciano a vedersi i primi segnali positivi nel mercato delle auto usate, dopo lo stop imposto dal lockdown. Secondo gli ultimi dati, infatti, in alcune regioni il comparto delle vetture usate ha ripreso la propria marcia positiva, così come è stato d’altronde negli ultimi anni.  

Molto positivi i dati riguardanti la regione Piemonte che, dopo il lockdown, sta facendo segnare numeri particolarmente incoraggianti. La regione, infatti, nel primo semestre del 2020 si posiziona al sesto posto in Italia per numero di auto usate vendute. 

La classifica delle province per numero di passaggi di proprietà vede in testa Torino con 40.941 atti (-36,5%), seguita da Cuneo con 12.083 (-29,7%), Alessandria con 8.090 (-33,5%), Novara con 6.432 (-35%), Asti con 4.554 (-31,1%), Biella con 3.724 (-33%), Vercelli con 3.248 (-32,5%) e Verbano-Cusio-Ossola con 3.052 (-30%).
Rispetto alla popolazione residente maggiorenne la situazione si trasforma: prima Asti con 251,9 passaggi ogni 10 mila abitanti, seguita da Cuneo (248,3), Biella (247,3), Verbano-Cusio-Ossola (226,1), Alessandria (224,4), Vercelli (223,1), Torino (216,1) e Novara (208,9).

Per quanto riguarda l’alimentazione, a pari merito troviamo il diesel e il benzina, che riguardano secondo l’ACI rispettivamente il 42,7% e il 42,8% dei passaggi di proprietà totali.

Per quanto attiene le auto ibride ed elettriche si è ancora agli inizi, come attestano sia i dati ACI (solo l’1% dei passaggi di proprietà riguardano auto ibride ed elettriche). ll prezzo medio di vendita si attesta, in generale, a € 13.400, un dato inferiore alla media nazionale (€14.400). Per acquistare una vettura, tra le province “più care” troviamo al primo posto Biella, con un prezzo medio di € 18.640. Seguono Novara con € 14.200, Asti (€14.010), Alessandria (€13.700), Cuneo (€13.670), Torino (€13.020), Vercelli (€11.180) e Verbano-Cusio-Ossola (€10.750). 

Le auto più richieste
Facciamo ora un focus su quelle che sono le vetture usate più richieste sul mercato in Piemonte. Ai primissimi posti per preferenze nella nostra regione c’è un’utilitaria che fa parlare di sé: la Smart. La Smart è una vettura agile e capiente, per due passeggeri ovviamente. Offre un assetto meno rigido rispetto alla serie precedente e ora ha anche il cambio manuale, di cui si apprezza la buona manovrabilità. Per il resto, è la Smart di sempre, inarrivabile quanto ad agilità nel traffico cittadino. Lo sterzo è un po' troppo demoltiplicato, ma con la giusta leggerezza per non affaticare nella guida quotidiana, mentre in velocità il feedback è migliorabile. 

La potenza dell'impianto frenante è adeguata in tutte le situazioni, così come la resistenza alla fatica. Gli spazi d'arresto si allungano, invece, quando il grip non è uguale su tutte le ruote. Il suo habitat ideale è la città, nella quale si muove con disinvoltura e in spazi ridottissimi. Al di là della motorizzazione che si sceglie è sempre piuttosto vivace e ben assecondata da un "doppia frizione" rapido ed efficace, che elimina finalmente lentezze e titubanze del vecchio robotizzato. E, volendo, non mancano i paddle al volante, per godersi le potenzialità del sequenziale nei percorsi più impegnativi. La Smart usata, dunque, è una soluzione da prendere in considerazione se si cerca un’auto di piccole dimensioni adatta alla città. 

Galleria fotografica

Articoli correlati