Il mercato immobiliare è cambiato in maniera profonda negli ultimi anni. Sono infatti state introdotte novità molto interessanti che riguardano non solo la vendita, ma tanti altri aspetti. Oggi, infatti, grazie al web è possibile mettere in vendita la propria casa ed addirittura ricevere una valutazione professionale dello stesso. Su alcuni siti basta inserire i dati necessari per ricevere la valutazione dell'immobile. Una società innovativa a riguardo è Casavo.com che permette di ricevere una valutazione in forma gratuita compilando un semplice form online.

Ma cos’è una valutazione dell’immobile? È l’atto che coinvolge diversi soggetti: non solo chi vende la casa e quindi necessita la valutazione per stabilire un prezzo di cessione del bene immobiliare, ma anche per tutti coloro che acquistano e quindi investono negli immobili, oltre che l'agenzia immobiliare che funge da soggetto intermediario tra le parti.

Ad effettuare la valutazione immobiliare è sempre un valutatore immobiliare o un perito attraverso una perizia di stima. Chi effettua la valutazione deve garantire e favorire la correttezza e la trasparenza del processo di valutazione attraverso determinati requisiti di competenza e professionalità, innanzitutto bisogna essere professionalmente competenti ed in possesso del livello di istruzione minimo richiesto in ciascun contesto nazionale per eseguire attività di valutazione.

Occorre, poi, disporre di adeguate competenze tecniche e comprovata esperienza per lo svolgimento dell'incarico, avere familiarità con le leggi, i regolamenti e le norme di valutazione immobiliare ed essere in possesso delle necessarie conoscenze riguardo l'oggetto, le finalità della valutazione e il mercato immobiliare di riferimento.

Inoltre il perito non deve essere coinvolto nell'elaborazione, nella decisione di erogazione e nel processo di sottoscrizione del credito, non deve essere condizionato o influenzato dal merito di credito del debitore, non deve trovarsi, rispetto al risultato della valutazione, in una situazione, effettiva o potenziale, attuale o futura, di conflitto di interesse, non deve avere interessi nell’immobile e così via. Il tecnico per eseguire la stima fa riferimento alle quotazioni immobiliari, pubblicate dall'Agenzia dell'Entrate nel borsino immobiliare, che forniscono un'indicazione di massima del valore di mercato degli immobili nel settore residenziale, commerciale, terziario e produttivo.  

Per ogni zona omogenea viene individuato, infatti, un valore minimo e un valore massimo al metro quadro, specifici per ciascuna tipologia edilizia.

Il valore di mercato è l'importo stimato al quale l'immobile verrebbe venduto alla data della valutazione in un'operazione svolta tra un venditore e un acquirente consenzienti alle normali condizioni di mercato dopo un'adeguata promozione commerciale, nell'ambito della quale entrambe le parti hanno agito con cognizione di causa, con prudenza e senza essere soggette a costrizioni.

In linea di massima il valore di un immobile viene calcolato a corpo e a misura. Nel primo caso si identifica con un valore unitario dedotto dalle caratteristiche dell'immobile nella sua globalità, dalla comparazione dello stesso con altri immobili simili indipendentemente dalle dimensioni e non in base a specifiche unità di misura, sebbene questa sia indicata.

Nel secondo caso, invece, il prezzo è valutato in relazione all'unità di misura, generalmente in metri quadri. In pratica consiste nella moltiplicazione del valore di mercato rilevato per la superficie commerciabile totale per la superficie commerciabile.

Galleria fotografica

Articoli correlati