Dopo due anni di lavoro insieme nel Coordinamento del Canavese Occidentale, concordando iniziative comuni e realizzando unitariamente occasioni di confronto con i Parlamentari ed i consiglieri regionali, i quattro circoli del Partito Democratico di Cuorgné, Castellamonte, Rivarolo e Valle Sacra hanno deciso di unire le proprie forze in un circolo unico con sede a Cuorgnè in Via Garibaldi, 27. Nella serata di giovedì 12 dicembre, alle ore 21, a Cuorgné, presso i locali della
Camera del Lavoro, gli iscritti dei 4 circoli verranno convocati ad un unico congresso per discutere e deliberare di dare vita al nuovo circolo che si chiamerà “Circolo PD Alto Canavese”.

Nella serata di giovedì verranno eletti il segretario del nuovo circolo, il tesoriere e un direttivo ampiamente rappresentativo dei circoli esistenti e anche di territori solitamente non rappresentati. «Il Circolo PD Alto Canavese diventerà così un circolo con un centinaio di iscritti, con un ampio territorio su cui operare composto da 46 Comuni e 30 mila cittadini e perciò
necessita di un’organizzazione che coinvolga più persone, che le responsabilizzi e che abbia la capacità di aggregare elettori, Amministratori, stabilire relazioni e avanzare proposte».

Al segretario si affiancherà una segreteria che sarà la rappresentanza delle sedi PD che hanno dato vita al progetto (Rivarolo, Cuorgnè, Castellamonte, Valle Sacra) e che affiancherà operativamente il segretario avendo al suo interno dei responsabili di alcune tematiche essenziali come ambiente, lavoro, politiche sociali e salute, cultura e turismo,
enti locali e trasporti.

«Dal punto di vista organizzativo ci proponiamo di rafforzare ed estendere la capacità di avere rapporti con il territorio mantenendo viva l’abitudine ad organizzare anche incontri decentrati tra gli iscritti, così com’è avvenuto finora. Mantenendo alle organizzazioni degli iscritti e degli elettori dei vari Comuni il compito di operare, in occasione delle elezioni  amministrative, per la formazione di liste civiche che siano orientate su politiche progressiste, attente ai diritti dei cittadini, alle politiche di sostegno a chi ha difficoltà, alla salvaguardia dell’ambiente e del territorio. Individuando per ogni Comune un riferimento sia di cittadini iscritti sia di elettori con cui mantenere un colloquio»

Dal punto di vista della proposta politica sui temi del territorio verrà presentato un documento dal nome “Progetto Canavese” che verrà distribuito nella serata di svolgimento del congresso e che presenterà le linee di indirizzo del nuovo Circolo. Un momento di incontro con i cittadini, di discussione pubblica, di raccolta fondi per autofinanziamento sarà garantito dallo svolgimento della festa de l’unità che si prevede di organizzare nella primavera 2020 a Cuorgné.

Galleria fotografica

Articoli correlati