Tutti soddisfatti i sindaci dell'alto Canavese per la sentenza della Corte d'Appello sul lodo Asa. Alcuni amministratori, però, non hanno apprezzato l'iniziativa del primo cittadino di Rivarolo Canavese, Alberto Rostagno, che ha convocato per ogg una conferenza stampa sulla sentenza insieme ad avvocati e consulenti. Tra questi Stefano Filiberto, sindaco di Feletto, che rivendica la primogenitura del ricorso contro Asa.

«Nel rispetto dell’iniziativa del sindaco di Rivarolo Canavese, Alberto Rostagno, che ha indetto una conferenza stampa nel pomeriggio di venerdì 29 novembre, si rileva che è stato il Sindaco di Feletto, nella persona di Stefano Filiberto, ad aver deciso per primo di ricorrere contro il Lodo ASA con l’Avvocato Francesco Dal Piaz», spiegano da palazzo civico.

«Quando ancora buona parte dei Sindaci, tra cui il Sindaco di Rivarolo Canavese Alberto Rostagno, volevano transare con il Dott. Ambrosini, liquidatore della società ASA, per l’importo di € 9.000.000, il Sindaco di Feletto, avendo compreso che il Dott. Ambrosini non intendeva procedere e che la Regione Piemonte - nella persona dell’Assessore Aldo Reschigna - si era frapposta come interlocutore non addivenendo a nessuna soluzione, abbandonava l’Assemblea dei Sindaci affermando di ricorrere anche da solo contro il Lodo ASA».

Galleria fotografica

Articoli correlati