Galleria fotografica

IVREA - Mario Adinolfi, presidente del Popolo della Famiglia, ha presentato la scorsa settimana a Ivrea il suo ultimo libro «Contro l’aborto - con le 17 regole per vivere felici», nell’ambito delle iniziative a sostegno del candidato sindaco del suo partito, Carlo Bravi. Il partito ha raccolto 120 voti alle amministrative eporediesi che si sono svolte lo scorso weekend, pari all'1,25% del totale, chiudendo al quinto posto.

Adinolfi, nel corso della serata a Ivrea, ha fatto il punto sulla scarsa natalità in città: «Arrivo a Ivrea dopo aver studiato gli ultimi dati sulla natalità in città: 127 nati e 383 morti. Sono dati spaventosi, i morti sono il triplo dei nati, ben peggiori della pur già grave tendenza nazionale. Una città di poco più di ventimila abitanti con questi dati di denatalità semplicemente muore». 

Un discorso che, secondo Adinolfi, vale anche a livello nazionale: «Dobbiamo farcelo dire da Elon Musk che l’Italia rischia di scomparire? Vanno attivate immediatamente, a partire dagli enti locali, politiche di sostegno concreto alla vita, alla maternità e alla famiglia naturale, per far ripartire il Paese. Altrimenti siamo condannati».