Si svolgerà mercoledì 31 ottobre alle ore 9 presso la Sala Giunta della Regione Piemonte l’incontro con il ministro per il Lavoro e lo Sviluppo economico Luigi Di Maio sulla situazione della Comital-Lamalù di Volpiano. L’incontro è stato chiesto dalla Regione stessa, e dai sindacati, per verificare la possibilità di estendere anche alle aziende in procedura concorsuale la cassa integrazione straordinaria, reintrodotta per le cessazioni aziendali dal cosiddetto “Decreto Genova”, ma nei fatti non applicabile alle situazioni di Comital e Lamalù.

Intanto nelle ultime ore sono iniziate le operazioni di svuotamento delle cisterne degli stabilimenti contenenti il kerosene per alimentare i macchinari. Un pessimo segnale, secondo i sindacati: la conferma che, anche al netto di una possibile cessione, il prossimo inverno gli stabilimenti resteranno fermi. «Si sta verificando quanto avevamo previsto - fanno sapere i sindacati - la dismissione degli stabilimenti Comital e Lamalù senza badare all'impatto sociale causato da questa decisione». 140 i lavoratori rimasti senza stipendio e senza cassa integrazione.

Purtroppo, nonostante l'interessamento (presunto) di qualche imprenditore, il bando per la cessione delle aziende è andato deserto. E senza un nuovo proprietario sarà impossibile far ripartire l'attività nei capannoni di Volpiano.

Galleria fotografica

Articoli correlati