CANAVESE - Si moltiplicano le segnalazioni in Canavese dello splendido Ibis Eremita che da qualche giorno sta volando su tetti e balconi di alcuni paesi della zona (link sotto). Diverse segnalazioni sono arrivate anche ai carabinieri forestali e al C.A.N.C. di Grugliasco, il Centro Animali Non Convenzionali. Il centro, con un post su Facebook, ha spiegato bene come stanno le cose.

«In molti ci state segnalando la presenza di un grosso uccello con anello di identificazione nelle zone del Biellese, Canavese e vicino a Venaria. È un ibis eremita, uccello di cui esistono solo più 500 esemplari al mondo, che fa parte di un progetto europeo di ripopolamento. Questi animali (non c'è ne è uno solo...) sono stati allevati e poi addestrati a migrare accompagnandoli in deltaplano a motore dalla Baviera, dove nidificano, a Orbetello ove svernano.

Questi soggetti che avvistate sono in migrazione verso la Baviera e non vanno disturbati in alcun modo... anzi aiutateli tenendo lontano curiosi o malintenzionati, eventualmente segnalando infrazioni ai Carabinieri Forestali, visto che si sta compiendo un reato molto grave. Sono tutti monitorati h24 tramite GPS e i loro movimenti sono seguibili da chiunque on line su un apposito sito. Sono abituati alla presenza dell'uomo essendo nati in cattività per cui sono purtroppo alla mercè di persone non amanti degli animali. Cerchiamo di aiutarli nella loro vita libera non disturbandoli e proteggendoli durante la delicata fase di migrazione».

Galleria fotografica

Articoli correlati