Si chiude un'epoca per la città di Rivarolo Canavese. Anche l'ultimo pezzo della Eaton, lo stabilimento di via Modesto Panetti, passa di mano. La multinazionale americana terminerà così la sua lunga storia che l'ha legata alla cittadina altocanavesana. Per fortuna non si perderanno posti di lavoro. La «Sata» di Valperga, una delle realtà più importanti della zona, ha deciso di acquisire dagli americani il ramo d'azienda, un tempo «Amtec». Confermati, quindi, i 62 posti di lavoro. L'azienda si chiamerà «Sata-Rivarolo».
 
«Si tratta di una notizia positiva - dice in merito Fabrizio Bellino della Fiom del Canavese - perchè rappresenta quasi un'anomalia nel nostro territorio. Per una volta non sono società straniere che si prendono una delle nostre attività ma è un'azienda totalmente italiana che acquisisce uno stabilimento gestito da una multinazionale. E' la conferma che anche sul nostro territorio ci sono imprenditori che, investendo su stabilimenti e personale, riescono a tenere sotto controllo la crisi». 
 
Il via libera al passaggio della Eaton alla Sata è arrivato nei giorni scorsi dopo settimane di trattative sull'asse Italia-Usa. «Sono stati garantiti i posti di lavoro e l'attuale produzione legata ai motori della Ducati - dice Bellino - la Sata di Cinotto è una realtà con 1200 dipendenti in tutto il mondo. Siamo di fronte ad un'azienda che non acquisisce uno stabilimento per poi chiuderlo».

Galleria fotografica

Articoli correlati