Più di mille persone in coda, questa mattina a Torrazza Piemonte, per la giornata di reclutamento a porte aperte del nuovo centro Amazon, che aprirà in estate. Nel salone polifunzionale la multinazionale ha avviato una fase di ricerca personale che si va ad affiancare alle ricerche via web. Sono 1200 i posti di lavoro previsti in tre anni all'interno del nuovo centro di distribuzione. Una volta entrato in funzione, il magazzino contribuirà in particolare al rafforzamento della rete di Amazon nel Nord Italia, in Francia e in Svizzera.    

I salari dei dipendenti di Amazon sono tra i più competitivi del settore della logistica, e sono inclusi benefit come gli sconti per gli acquisti su Amazon.it e l’assicurazione sanitaria privata. Amazon offre inoltre opportunità innovative ai propri dipendenti come il programma Career Choice, che copre per quattro anni fino al 95% dei costi della retta e dei libri per corsi di formazione scelti dal personale. Amazon ha investito 1 miliardo e 600 milioni di euro e creato più di 5.500 nuovi posti di lavoro in Italia dal suo arrivo nel Paese nel 2010. Il centro di distribuzione Castel San Giovanni, primo sito logistico di Amazon in Italia, è stato inaugurato nel 2011. Nel novembre 2015 Amazon ha aperto il suo centro di distribuzione urbano a Milano per servire i clienti Amazon Prime Now.

Nel corso degli ultimi due anni, Amazon ha inoltre aperto i centri di smistamento a Castel San Giovanni e Casirate d’Adda (BG), i depositi di smistamento situati a Brandizzo (TO), Origgio (VA), Rogoredo e Buccinasco (MI), Burago di Molgora (MB), Crespellano (BO), Calenzano (FI), Vigonza (PD), Pomezia (RI), Roma Magliana (RM) e Arzano (NA). Il sindaco di Torrazza Piemonte Massimo Rozzino ha dato il suo benvenuto ad Amazon sottolineando «la grande opportunità occupazionale collegata a questa apertura e offerta alla comunità locale. L’amministrazione continuerà a lavorare a stretto contatto con l’azienda affinché il nuovo polo logistico possa rappresentare fin da subito un motore di crescita per l’economia del territorio e la comunità locale».

Galleria fotografica

Articoli correlati